Consob: Competenze, Presidente e Sedi

La Consob, acronimo di Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, è l’organo di vigilanza preposto al del mercato finanziario italiano. Si tratta di una autorità amministrativa indipendente nei confronti del potere politico, neutrale rispetto agli interessi di altri soggetti e caratterizzata da un alto livello di competenze tecniche.

RICHIEDI IL TUO PRESTITO

La sua principale funzione è quella di verificare la trasparenza e la correttezza dell’operato dei diversi operatori finanziari, venendo a garantire la tutela degli investitori. Consob ispeziona, previene e sanziona eventuali comportamenti scorretti, opera al fine ultimo di garantire la massima efficienza nelle contrattazioni sui mercati regolamentati e assicura la qualità dei prezzi nonché la certezza delle modalità di esecuzione dei contratti borsistici.

Consob: la Commissione

La Commissione della Consob è l’organo preposto che si occupa di indagare eventuali problematiche da sottoporre a valutazione e controllo. Essa è composta da un Presidente e da quattro commissari, nominati attraverso il Presidente della Repubblica, a seguito della proposta del Presidente del Consiglio. Vengono eletti commissari persone competenti e assolutamente indipendenti, inoltre hanno un mandato della durata di sette anni. Essendo un organo collegiale, le decisioni sono assunte a maggioranza dei componenti presenti, salve alcune specifiche deliberazioni per le quali è richiesta dalla legge una maggioranza qualificata.

Il Presidente della Consob

Anna Genovese è l’attuale Presidente vicario della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, nominata con DPR del 15 luglio 2014 ed in carica per sette anni. Dal 14 settembre 2018, dopo le dimissioni di Mario Nava, la Presidenza della Consob è passata alla Professoressa Genovese, diventata professore ordinario di diritto commerciale nel 2004, a 39 anni, dopo essere stata “dal 2001 professore associato e dal 1998 ricercatore di diritto commerciale, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Catanzaro”.

Consob: le funzioni principali e le sedi

Le principali funzioni della Consob riguardano il controllo delle informazioni relative alle società quotate, come i documenti contabili e l’offerta di prodotti finanziari. La Consob controlla infatti la correttezza e la trasparenza relative al comportamento di intermediari e promotori finanziari. Inoltre, autorizza la pubblicazione dei prospetti informativi di offerte pubbliche e accerta eventuali contrattazioni anomale relative ad azioni, obbligazioni e titoli di Stato. Interviene in caso di manipolazione del mercato, insider trading e aggiotaggio.

La Consob collabora con la Guardia di Finanza, fornendo la documentazione in caso vi siano indagini da sottoporre a valutazione e controllo; inoltre collabora anche con il Ministero delle Finanze a cui trasmette una relazione relativa alle attività svolte. Può anche richiedere una proposta di sanzione.

La Consob ha due sedi a Roma e Milano, tra cui si dividono i seicento funzionari aggiuntivi che svolgono compiti burocratici e relativi al funzionamento della stessa Commissione.