Calcolo superbollo 2018: come si effettua?

Come si calcola il superbollo 2018? Prima di capire come computarlo è bene capire che cos’è: il superbollo è una maggiorazione erariale sul bollo delle automobili con potenza di almeno 185 kilowatt che è stata introdotta dal decreto emanato il 6 luglio 2012. Inizialmente era prevista una tassa corrispondente a 10 euro per ogni kilowatt di potenza superiore ai 225. Oggi, invece, la tassa viene imposta a tutte le auto con potenza pari ad almeno 185 kilowatt e prevede l’applicazione di una tassa di 10 euro per ogni kilowatt di potenza aggiuntivo. È prevista, inoltre, una riduzione in base all’età del veicolo: se l’auto è stata immatricolata da più di 5 anni, è previsto uno sconto del 40% e devono essere versati 12 euro per ogni kilowatt aggiuntivo; se l’auto è stata immatricolata da più di 10 anni, è previsto uno sconto del 70% e una tassazione di 6 euro per ogni kilowatt; se l’auto è stata immatricolata da più di 15 anni è previsto uno sconto del 85% con un pagamento di 3 euro per ogni kilowatt. Infine, se l’auto risulta immatricolata da più di vent’anni non è dovuta alcun tipo di imposta. 

RICHIEDI IL TUO PRESTITO

Superbollo 2018: chi deve pagarlo? Chi è escluso?

Sono tenuti al pagamento del superbollo tutti coloro che possiedono un’auto con una potenza superiore a 185 kilowatt dal 2012 in poi. Il superbollo, inoltre, deve essere pagato non soltanto dei proprietari, ma anche dagli usufruttuari, dagli acquirenti con atto di riservato dominio, da coloro che utilizzano l’auto a titolo di locazione finanziaria in base all’iscrizione presente sul pubblico registro automobilistico. La tassa, invece, non deve essere pagata da coloro che hanno venduto l’auto prima della scadenza annuale del bollo, da coloro che hanno un regime di esenzione o che si trovano in una condizione di interruzione del pagamento delle tasse automobilistiche oppure che possiedono un veicolo storico.

Quando e come pagare il Superbollo 2018

Il pagamento del superbollo può essere effettuato attraverso il modello F24 che prevede anche l’indicazione del codice fiscale, dei dati anagrafici e del domicilio fiscale. La scadenza per il pagamento del Superbollo è quella prevista per il bollo auto 2018 e dipende dal termine dell’anno precedente. In caso di mancato rispetto della scadenza sono previste delle sanzioni che aumentano con il trascorrere dei giorni di ritardo nel pagamento. L’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione uno strumento di calcolo online che consente di poter calcolare l’importo del superbollo con un’applicazione che fornisce anche la stampa del modello F24 già compilato con tutti i dati inseriti. Il servizio offerto è disponibile dal lunedì alla domenica dalle ore 7:00 alle ore 24:00 e richiede la compilazione di determinati campi: la targa del veicolo, la regione di residenza, l’anno di riferimento del superbollo, l’anno ed il mese di scadenza, la presenza o meno di un’eventuale riduzione per vetustà. Il superbollo 2018 può essere pagato presso qualunque Agente della riscossione, presso Equitalia, banche convenzionate o Poste italiane. Il pagamento può essere effettuato in contanti, con addebito su conto corrente, con carte pagobancomat, postamat, postepay, con assegni bancari o postali o circolari, vaglia postali, assegni.