Chi è Thomas Gottstein, il nuovo CEO di Credit Suisse

Tidjane Thiam, dopo lo scandalo che lo ha coinvolto per motivi di spionaggio, si dimette da CEO della Credit Suisse. Il suo ruolo verrà assunto da Thomas Gottstein.

RICHIEDI IL TUO PRESTITO

Dal prossimo 14 febbraio 2020 Thomas Gottstein sarà il nuovo amministratore delegato designato del Credit Suisse e succederà a Tidjane Thiam.

Chi è Thomas Gottstein, il nuovo CEO di Credit Suisse?

Dopo le dimissioni di Tidjane Thiam, il ruolo di CEO della Credit Suisse sarà assunto da Thomas Gottstein, l’unico contendente interno a poter ricoprire questa carica.

Il banchiere svizzero conosce a fondo il mercato, dato che lavora a lungo presso la banca d’investimento, è esperto di vendita dei prodotti finanziari alla clientela al dettaglio ed è uno dei massimi esperto della gestione patrimoniale etc.

Thomas Gottstein è un banchiere e il nuovo amministratore del Gruppo Credit Suisse, che prenderà il posto occupato da Tidjane Thiam il 14 febbraio 2020.

Thomas Gottstein è nato nel 1964 ed è cittadino svizzero. Ha conseguito una laurea in economia aziendale nel 1989 e un dottorato in finanza e contabilità nel 1995, entrambi presso l’Università di Zurigo.

Dal 1999 è entrato a far parte della Credit Suisse di UBS e vanta un’esperienza trentennale nel settore bancario, e da oltre 20 anni lavora per la Credit Suisse.

Fin dall’inizio della sua carriera, si occupa principalmente della gestione nell’investment banking, e proprio per questo ruolo, ha vissuto per molto tempo nella capitale britannica. Successivamente si è occupato di private banking.

Nella posizione di CEO della Credit Suisse Ltd. e membro del Comitato esecutivo, è responsabile del mercato interno europeo dal 2015.

Credit Suisse: Attività future

Il nuovo capo del Credit Suisse è un veterano bancario che ha condiviso la strategia di riduzione dei costi del CEO uscente Thiam.

Tuttavia, ha affermato di comprendere quanto siano importante oggi gli investimenti.

Il nativo svizzero ha sottolineato l’importanza della digitalizzazione, della regolamentazione e della conformità per la banca.

Thomas Gottstein ha anche affermato che la Svizzera deve fare un passo avanti con l’Unione europea e riconquistare una buona posizione, ora che in Europa si stanno sviluppando un forte sentimento anti-UE e i negoziati sulla Brexit.