Opzioni binarie: tutte le tipologie di investimento

Con l’entrata in scena del trading online, nel campo degli investimenti azionari, molte cose sono cambiate. Tempi addietro, infatti, per concludere un’operazione finanziaria era necessario recarsi presso gli uffici di competenza oppure rivolgersi ad un consulente finanziario (nel nostro caso, un broker).

RICHIEDI IL TUO PRESTITO

Oggigiorno, invece, chiunque, dal proprio desktop, può accedere ad una piattaforma finanziaria, osservare gli andamenti del mercato e puntare sull’azione in quel momento più promettente.

Accedendo dunque a questo tipo di trading, è impossibile non imbattersi nelle famose opzioni binarie. Queste ultime consentono, a chi ne fa uso, di guadagnare in modo estremamente semplice, puntando unicamente sul trend positivo o negativo dell’oggetto finanziario (materie prime, indici o valute internazionali) scelto. Cerchiamo di approfondire l’aspetto delle opzioni binarie analizzandone le principali tipologie.

Tre tipi principali di opzioni binarie

Esistono diverse tipologie di opzioni binarie, che andremo ad analizzare nell’approfondimento di seguito. Le opzioni binarie si diversificano in 3 tipologie che sono: call\put, range e one touch. Tipologie di strumenti differenti che possono, anzi devono, essere testate prima su un conto demo specifico per le opzioni binarie, così da comprendere quali siano le più adatte. Per una completa ed esaustiva informazione, esamineremo ora ognuna di esse.

Call/Put: è la tipologia di opzione binaria tra le più in voga, l’alto/basso (giusto per italianizzare) prevede che il trader punti sulla direzione di un asset, in un dato limite di tempo (generalmente 60 secondi). Se allo scadere del periodo prefissato il risultato finale corrisponderà alla previsione fatta, allora avremo vinto.

Range: la piattaforma a cui ci siamo affidati sceglierà uno spazio in cui l’asset oscillerà, senza mai sforare tale quota. Ad esempio, nel caso in cui il range sia tra 1.40 ed 1.43, vinceremo nel caso in cui l’oscillazione si sia attestata tra queste due quote. Anche qui vi è un tempo limite stabilito dal Questo tipo di trading è spesso sfruttato quando i mercati appaiono stabili.

One touch: il trader di turno dovrà indovinare se l’asset scelto “toccherà” o meno il prezzo stabilito dal broker. Non è importante se alla fine del tempo precedentemente fissato il prezzo sarà superiore o inferiore al suo valore iniziale; ciò che conta è che lo stesso abbia raggiunto almeno una volta la quota prestabilita.

Insomma, come avrete avuto modo di intendere, le opzioni binarie offrono una vastissima gamma di opportunità, sta a voi, traders più o meno esperti, optare per la più adatta alle vostre aspettative di guadagno.