Decreto Dignità: proroga del Bonus assunzioni under 35

Il Bonus per le assunzioni relative ai disoccupati under 35 è una delle novità che è stata introdotta con un emendamento effettuato al Decreto Dignità del Movimento 5 Stelle che ha previsto una proroga di tale misura. Dopo il passaggio in Commissione Lavoro e Finanze, il testo del Decreto Legge si è arricchito di un nuovo esonero contributivo per favorire l’occupazione giovanile. L’emendamento del Bonus assunzioni under 35 si presenta come una semplice proroga della misura promossa dall’esecutivo Gentiloni nel recente passato. In realtà, esistono delle differenze sostanziali. L’agevolazione fiscale si applica alle assunzioni dei giovani under 35, effettuate nel biennio 2019 e 2020. 

RICHIEDI IL TUO PRESTITO

Bonus per le assunzioni under 35: Cos’è e come funziona?

Il Bonus per le assunzioni under 35 è stato introdotto dalla Legge di Bilancio del 2018: tutte le imprese che decideranno di assumere persone di età inferiore ai 35 anni potranno beneficiare di questa agevolazione fiscale. Per poter ottenere il Bonus, però, è indispensabile assumere i giovani in modo stabile; si tratta di una misura molto importante ed imponente dal punto di vista economico ed occupazionale per il nostro Paese. Per questo si rendono necessarie coperture cospicue. In base a quanto previsto, le entrate per poter finanziare questa misura riguarderanno principalmente gli aumenti relativi al prelievo sui giochi (Preu), ma non si esclude neanche la possibilità di poter ottenere maggiori entrate proprio grazie alle nuove assunzioni.

Bonus per le assunzioni under 35: quali sono le caratteristiche principali?

Il Bonus per le assunzioni degli under 35 è una misura agevolativa che permette alle aziende di avere diritto ad uno sgravio contributivo che corrisponde al 50% della tassazione complessiva, ma che potrà essere ottenuto solo ed esclusivamente per assunzioni stabili, cioè per coloro che saranno assunti con contratto a tempo indeterminato con tutele crescenti. Tale sgravio, inoltre, esclude gli importi dovuti come premi e tutti i contributi Inail. Per quanto riguarda i limiti di questa agevolazione, le aziende potranno beneficiare di un bonus per un importo massimo fino a 3.000 euro e solo per un massimo di 3 anni dal momento dell’assunzione.

La Proroga del Bonus per le assunzioni degli under 35

L’incentivo per le assunzioni degli under 35 era una misura già presente, ma attualmente è stata ulteriormente confermata e, quindi, prorogata sia per il 2019 che per il 2020. Un’altra importante modifica che è stata introdotta riguarda il limite d’età: le leggi precedenti, infatti, avevano previsto che, a partire dal 2019, il Bonus sarebbe rimasto attivo, ma in modo più circoscritto e cioè solo per le assunzioni degli under 30. Con l’emendamento presentato, invece, è stato stabilito che anche nel 2019 e nel 2020 il limite d’età per l’agevolazione fiscale è previsto per gli under 35enni. Si ritiene che questa proroga è stata proposta dal Governo per contrastare il precariato, dopo le contestazioni relative alla penalizzazione dei contratti a tempo determinato.